gruppi organizzati

Dove andiamo il prossimo fine settimana? Quante volte ci siamo posti questa domanda senza pensare che a due passi da casa possiamo visitare luoghi insoliti e affascinanti, musei interattivi, antichi monasteri ricchi di fascino, basiliche medievali, cascine immerse nel verde...
Qui troverai la risposta: il catalogo delle nostre proposte di visita più richieste, rivolte in particolare a famiglie e gruppi organizzati, sia privati che aziendali: dagli incontri con l’arte tra musei e monumenti, ai percorsi alla scoperta dei segreti delle città.

Per informazioni e prenotazioni:
info@artuassociazione.org - tel 331 70 63 429.

Scarica la brochure in pdf
Sfoglia su ISSUU
La via coperta più celebre di Milano, storico punto di ritrovo e luogo simbolo della Belle Epoque cittadina, racchiude una storia che merita di essere raccontata. Nella secolare vicenda delle trasformazioni di Piazza del Duomo, si affaccia nell’Ottocento il progetto ambizioso dell’architetto Giuseppe Mengoni di creare un passaggio coperto da una cupola di ferro e cristallo. Attraverso vicende costruttive (ma anche politiche, economiche e sociali) complesse e non sempre fortunate, la Galleria Vittorio Emanuele II è diventata uno dei simboli della città, ospite di famosi locali, negozi e attività e cuore pulsante della vita mondana meneghina.
per saperne di più...
Visita alla monumentale Villa Antona Traversi di Meda, già monastero femminile di San Vittore, progettata dagli architetti Leopoldo Pollack e Pelagio Palagi nei primi decenni del secolo XIX. Il percorso toccherà il chiostro dell'edificio, le principali sale della villa, ristrutturate all'inizio del secolo XIX, l'archivio storico dell'edificio e comprenderà anche la chiesa di San Vittore, capolavoro dell'arte cinquecentesca.
per saperne di più...
Conosciuta anche come “la cappella Sistina di Lombardia”, la chiesa di San Maurizio è un vero e proprio scrigno di tesori artistici. Legata alle antiche radici della città (sorge infatti sui resti del circo romano), con la ricostruzione cinquecentesca si dota di un’architettura maestosa che fin dall’inizio viene concepita per essere interamente rivestita e decorata da affreschi, cornici e iscrizioni (tra i quali autentici capolavori di Bernardino Luini e dei suoi figli), facendosi custode di quasi un secolo di pittura lombarda.
per saperne di più...
In località Brugora, frazione Montesiro, sorge il più importante complesso architettonico religioso besanese, eretto nel secolo XI dalla Famiglia Casati. Il complesso ospitò sino alla fine del ‘700 un florido Monastero benedettino femminile, poi soppresso; oggi è adibito a casa di riposo per anziani.
per saperne di più...
Il piano nobile di Palazzo Bagatti Valsecchi, ristrutturato negli anni ottanta del XIX secolo in stile neorinascimentale, accoglie la fastosa dimora dei fratelli Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi; qui i due nobili milanesi allestirono le opere d’arte appositamente raccolte, disponendole in sontuosi ambienti domestici ispirati al gusto del Rinascimento lombardo. Si saldavano così in un insieme di grande suggestione la ricca collezione di dipinti e manufatti quattro-cinquecenteschi e le sale destinate a contenerli.
per saperne di più...
La Casa Museo Boschi Di Stefano nasce dalla munificenza di Antonio Boschi e Marieda Di Stefano che nel 1973 donarono la loro collezione di arte contemporanea con la clausola che il Comune di Milano aprisse un museo nell’appartamento di famiglia. La collezione spazia dal futurismo agli anni cinquanta con opere di Soffici, Boccioni, Sironi, Severini e Dottori, del “Novecento italiano”, di Mario Sironi, cui è dedicata una stanza monografica, di Morandi, De Pisis, “Corrente” e del chiarismo lombardo.
per saperne di più...
La Casa Museo Poldi Pezzoli è uno dei primi e più riusciti esempi di istorismo in Europa: ogni ambiente si ispira ad uno specifico stile del passato e ospita un’eccezionale scelta di manufatti artistici antichi. Preziose raccolte di dipinti dal Trecento all’Ottocento, sculture, armi, vetri, orologi, porcellane, tappeti e arazzi, mobili ed oreficerie, si fondono in uno straordinario insieme, donato ad “uso e beneficio pubblico”.
per saperne di più...
Costruita tra il 1932 e il 1935 dall’architetto milanese Piero Portaluppi, Villa Necchi Campiglio è giunta a noi perfettamente intatta, sia nell’ampio giardino esterno - corredato da tennis e piscina -, sia nella ricca infilata di sale interne. Architettura, arti decorative, arredi e collezioni restituiscono, nel loro armonioso insieme, l’elevato standard di vita dei proprietari, esponenti dell’alta borghesia industriale lombarda. Due importanti donazioni arricchiscono inoltre la visita: la raccolta di opere d’arte del primo novecento di Claudia Gian Ferrari e la raccolta di dipinti e arti decorative del XVIII secolo di Alighiero De’ Micheli.
per saperne di più...
A pochi passi dalla Chiesa di Santa Maria delle Grazie e dal Cenacolo, nel cuore della città, si apre al pubblico uno dei luoghi più significativi ma nel contempo sconosciuti di Milano, la Casa degli Atellani, storica dimora rinascimentale nel cui meraviglioso giardino sono nascoste le vigne di Leonardo.
per saperne di più...
Milano non rinuncia alla propria vocazione di città in continua evoluzione e le trasformazioni del Quartiere Portello ne costituiscono una nuova prova.
Interessata da un piano urbanistico che prevede la riconversione degli ex stabilimenti industriali in edifici commerciali e residenziali e la realizzazione di un parco urbano, la storica area industriale del Quartiere Portello si mostra oggi rinnovata nell’estetica ma nostalgica nell’animo; offrendo, assieme al vicino Monte Stella, un viaggio nella storia dal secondo Dopoguerra ad oggi.
per saperne di più...
Milano si rinnova e l'area di Porta Nuova rinasce, popolandosi di moderni "giganti": vertiginosi grattacieli le cui sagome trasformano radicalmente lo skyline milanese, proiettandolo nel futuro.
per saperne di più...
I Musei Civici di Monza, riaperti dal 2014 al pubblico nella Casa degli Umiliati, ci introducono alla scoperta degli eventi storici e dei movimenti artistici più salienti per questa città attraverso una raccolta di oltre 140 opere, tra dipinti e sculture, provenienti dalle Raccolte Civiche monzesi.
per saperne di più...
Nato come fortezza viscontea addossata alle mura medievali, il Castello Sforzesco prende il nome dal suo periodo d’oro, quello della signoria degli Sforza che lo ampliarono e trasformarono nelle eleganti forme di una residenza rinascimentale; è oggi uno dei simboli più amati di Milano.
per saperne di più...
Un itinerario ricco e completo per scoprire il centro storico di Monza, sede del regno Longobardo ai tempi di Teodolinda e città regia che custodisce la preziosa "Corona Ferrea". Il percorso toccherà alcuni dei monumenti più significativi della ricca città brianzola, tra cui il Duomo e il suo museo, l'Arengario e i palazzi liberty del centro storico.
per saperne di più...
Il castello che sorge nel centro storico di Bellusco ci invita a ripercorrere la sua densa storia: fondato alla metà del Quattrocento da una nobile famiglia legata ai duchi Sforza, passa nel Cinquecento al nobile casato dei Carcano, per essere trasformato, ad inizi Novecento, in una casa a corte. Dopo un recente intervento di restauro, possiamo tornare ad apprezzarne le porzioni originali: il rivellino d’ingresso e le sale affrescate della Fama e dell’Abbondanza.
per saperne di più...
Il Cimitero Monumentale è un vero e proprio museo a cielo aperto, eterna dimora di molti grandi protagonisti della storia di Milano, da Alessandro Manzoni fino a Giorgio Gaber e Alda Merini. Un’occasione speciale per ammirare anche le numerose opere d’arte disseminate tra i viali, opere di artisti come Adolf Wildt, Medardo Rosso e Lucio Fontana, solo per citarne alcuni.
per saperne di più...
Le meraviglie della storia della città, dai romani all'alto medioevo, inseriti in uno dei luoghi che questa storia l'hanno vissuta: l'ex convento di San Maurizio al Monastero Maggiore, che sorge sulle vestigia di edifici imperiali ancora visibili. Un museo che si è di recente rinnovato e ampliato, per raccontarci ancora meglio questa storia millenaria.
per saperne di più...
Un affascinante percorso all'interno del Museo del Duomo di Milano consentirà di conoscere da vicino la centenaria storia della Cattedrale.
per saperne di più...
Un vero e proprio viaggio nel passato ci porta a scoprire l’insediamento di Castelseprio, una delle più significative testimonianze altomedievali dell’Italia settentrionale. Nato in origine come postazione militare difensiva tardoromana, verso la fine del IV secolo d.C., per scongiurare un’eventuale penetrazione dei Barbari d’Oltralpe, divenne in età gota una fortezza, fino a divenire un vero e proprio borgo sotto la dominazione longobarda, che vi ha lasciato le maggiori testimonianze.
per saperne di più...
Un percorso alla scoperta di una delle più belle chiese di Milano, custode di un grande capolavoro dell’arte rinascimentale, la Cappella Portinari: un’architettura concepita secondo un linguaggio nuovo e rivoluzionario e affrescata da Vincenzo Foppa con le storie di “san Pietro Martire”, oggi accoglie anche una preziosa arca marmorea capolavoro di Giovanni di Balduccio.
per saperne di più...
Il Parco di Monza, polmone verde della Brianza, è uno scenario estremamente suggestivo e ricco di storia. Partendo dalla Villa Reale, in sella alla bici, ci si immerge in questo campionario del territorio agricolo lombardo: attraverso i viali, gli ampi prati e le zone boschive, si incontrano le cascine e le ville nobiliari che che ci raccontano la sua secolare storia come luogo di delizia, tenuta agricola e riserva di caccia.
per saperne di più...
Presso il rinnovato borgo di Camuzzago sorge ancora oggi l'antica chiesa, fondata assieme ad un fiorente monastero nel cuore del medioevo dai Canonici del Santo Sepolcro e dedicata a Santa Maria Maddalena. Dopo il passaggio del complesso in gestione ai benedettini, le pareti interne dell'antica chiesa romanica si rivestono di immagini: l'artista Bernardino Butinone da Treviglio realizza un affascinante ciclo pittorico dedicato alla leggenda della Santa dedicataria, lasciando una testimonianza preziosa dei suoi ultimi anni di attività e dando forma ad un raffinato programma iconografico.
per saperne di più...
Il borgo di Agliate conserva uno degli esempi più belli del romanico in Brianza, un complesso di basilica e battistero dall'insolita pianta a nove lati a due passi dal Lambro, che scorre qui in uno dei suoi tratti più incantevoli.
All' interno si possono ammirare la solennità delle navate, gli antichissimi capitelli, i resti di un importante ciclo di affreschi con scene dell'Antico e del Nuovo Testamento e la cripta perfettamente conservata.
per saperne di più...
Ludovico il Moro, signore di Milano, fu instancabile sostenitore degli artisti che resero grande Milano nella seconda metà del Quattrocento e trasformò il ducato in uno degli stati più potenti della Penisola. Questo itinerario porta a scoprire da vicino i grandi capolavori custoditi nel Castello Sforzesco e quelli commissionati all’architetto Donato Bramante: la maestosa tribuna di Santa Maria delle Grazie e la straordinaria chiesa di Santa Maria presso San Satiro.
per saperne di più...
La raccolta della Pinacoteca Ambrosiana nacque per volontà del Cardinale Federico Borromeo, grande mecenate e uomo di cultura, che nel 1607 mise a disposizione degli allievi dell’adiacente Accademia le opere da lui stesso raccolte perchè potessero trovare in esse ispirazione ai propri lavori. La collezione, arrichitasi da ulteriori lasciti nel corso dei secoli, annovera oggi opere di Caravaggio, Tiziano, Raffaello e Leonardo da Vinci. Di quest’ultimo la Biblioteca conserva anche il celeberrimo Codice Atlantico.
per saperne di più...
La reggia, che aveva come modello il palazzo viennese di Schönbrunn, fu edificata tra il 1777 e il 1780 su progetto dell’architetto di corte Giuseppe Piermarini. Dopo la stagione asburgica e la breve parentesi napoleonica, la Villa raggiunse il suo massimo splendore negli anni dei Savoia, essendo la dimora estiva prediletta del re Umberto I e della sua corte.
per saperne di più...
Nel cuore di Milano, a due passi da piazza Scala, sorge un importante polo museale milanese.
Oltre 200 opere d'arte, custodite per secoli in caveau bancari che ne hanno preservato intatta la bellezza, si mostrano agli occhi dei visitatori nelle neoclassiche sale dei palazzi di via Manzoni.
per saperne di più...
Una passeggiata da percorrere agevolmente a piedi -zaino in spalla- tra Vaprio e Crespi d'Adda, lungo l'argine dell'omonimo fiume, protagonista dello sviluppo industriale locale alla fine del XIX secolo. Si passerà dal ponte di Canonica e con uno sguardo al Santuario di Concesa, ci si focalizzerà sul naviglio della Martesana, oggi ecomuseo. A conclusione, visita al villaggio industriale di Crespi d'Adda, la company town perla dell'Ottocento lombardo patrimonio mondiale dell'UNESCO.
per saperne di più...
Partendo dalle chiese più antiche, la basilica di Sant'Ambrogio, luogo di culto tra i più amati dai milanesi di tutte le epoche e dedicato a una delle personalità più influenti nella storia della città, si prosegue verso la Loggia degli Osii, centro del potere nel primo Medioevo, fino al più spettacolare monumento di epoca gotica di tutta la Lombardia: il Duomo di Milano.
per saperne di più...
Milano è ricca di arte e di storia: ogni museo, chiesa, palazzo e monumento ci svela un frammento di questo mosaico.
Per chi la visita per la prima volta o per chi vuole (ri)partire dai luoghi-simbolo della città, proponiamo un itinerario di mezza giornata per le vie del centro storico (dal Duomo alla Galleria Vittorio Emanuele II e piazza Scala, da piazza Mercanti con il Palazzo della Ragione al Castello Sforzesco), ampliabile e abbinabile con una passeggiata tra i quartieri Brera e Porta Nuova.
per saperne di più...
I primi Signori di Milano furono i Visconti, che dominarono sulla città per oltre un secolo fino alla inevitabile cessione del ducato alla dinastia degli Sforza. Prima di perdere la città, lasciarono in essa un segno tangibile del loro potere con la fondazione del Duomo e della chiesa ducale di San Gottardo in Corte. Il tempo degli Sforza fu quello del massimo splendore della corte milanese e della sua sede, il Castello Sforzesco: luogo di manifestazione delle novità artistiche rinascimentali, centro culturale e mondano della città fino all'occupazione francese.
per saperne di più...
Ci sono angoli di Milano che regalano atmosfere inaspettate, come nel caso del cosiddetto “quadrilatero del silenzio”, un quartiere racchiuso tra quattro vie, dove il tempo pare essersi fermato a oltre un secolo fa, un frammento di città che custodisce alcuni tra i più significativi esempi di architettura liberty milanese e dove il gusto decorativo di primo ‘900 è il principale protagonista delle decorazioni di palazzi e residenze. Un itinerario all’insegna dell’eleganza e del gusto "floreale" in grado di suscitare stupore e ammirazione ancora oggi!
per saperne di più...
Boccioni titolava un suo celebre dipinto “la città che sale”, ma i palazzi che prendevano forma nella Milano di inizio ‘900 erano solo l’ombra dei moderni grattacieli che svettano fino a raggiungere vertiginose altezze e a conquistare nuovi primati. Il quartiere Citylife, ex fiera campionaria, ospita oggi le torri più alte d’Italia: Il Dritto, il Curvo, lo Storto.
per saperne di più...
La basilica di Sant'Ambrogio, fondata dal patrono milanese nel IV secolo, è una delle chiese più antiche di Milano. Nel suo aspetto attuale rappresenta una delle migliori espressioni del romanico lombardo, di cui rispetta i canoni più tradizionali.
Al suo interno risplendono lo straordinario altare d'oro di Vuolvinio e i preziosi mosaici paleocristiani del sacello di San Vittore in Ciel d'Oro, mentre nella cripta sono conservate le spoglie dei Santi Ambrogio, Gervaso e Protaso.
per saperne di più...
Il sottosuolo di Milano pullula di luoghi affascinanti e misteriosi.
Venite con noi a scoprire il fascino sotterraneo della città: dalle tracce archeologiche di antiche chiese e battisteri paleocristiani, alle cripte di basiliche ormai distrutte e ricche di storia.
per saperne di più...
Dalla Madonna della Rocchetta al ponte di San Michele, una passeggiata immersa nel verde costeggia l'Adda: da un lato il Naviglio di Paderno, dalla storia avventurosa e secolare, dall’altro il fiume che alimentò le prime centrali idroelettriche d'Italia e che scorre impetuoso nel “canyon” che affascinò persino Leonardo da Vinci.

per saperne di più...
Può sembrare difficile immaginarla così, oggi, eppure Milano è stata, fino all’800, una città d’acqua: grazie, soprattutto, all’articolato sistema di Navigli, disponeva di canali navigabili che la mettevano in collegamento con i principali laghi lombardi!
Recentemente recuperata da un vasto intervento di riqualificazione urbana, la zona dei Navigli a Porta Ticinese è rinomata oggi per la movida serale; ma tanti scorci offrono ancora, al visitatore attento, suggestioni e ricordi del più antico passato.
per saperne di più...
Sia che si salga per il viale delle mura, sia che si scelga la funicolare, quando si arriva in Bergamo Alta non si può non restare incantati dall'atmosfera di questa città magica. Le piazze, le porte, le torri, i vicoli medievali, ma anche i verdi giardini della rocca da cui lo sguardo spazia sui colli e sulla pianura e le chiese ricchissime di opere d'arte… tutto ci racconta una storia, e le storie qui sono centinaia!
per saperne di più...
Un’avvincente escursione all’interno di trincee, camminamenti in galleria, postazioni per tiratori in piedi ci porta a percorrere un tratto della “Linea di difesa alla Frontiera Nord” (maggiormente nota sotto il nome di “Linea Cadorna”), ideata per scongiurare una possibile invasione del territorio da parte dell’esercito austro-tedesco, attraverso la Svizzera, e completata nel 1917.
per saperne di più...
Art-u Associazione Culturale

via del Borgo 12, 20882 Bellusco (MB)
C.F. 94053710151 P.I. 08182460967
T. + 39 331 70 63 429
info@artuassociazione.org