palazzi e ville

Nate come residenze di campagna, destinate all'ozio e al negozio e oggi set prediletti per matrimoni da favola. Le ville di delizia, ora come allora, continuano ad affascinare e ad incuriosire, così come anche i palazzi cittadini, che svelano spesso rare bellezze, tutte da scoprire!


Uno splendido esempio di dimora storica aristocratica, aperto in esclusiva per noi, ci sorprenderà con le sue sale decorate da affreschi e stucchi con soggetti mitologici e bucolici, tra i quali risalta per valore artistico il Salone di Apollo, con l’affresco di Mattia Bortoloni, seguace di Tiepolo.
per saperne di più...
Un gioiello tra le ville di delizia briantee eccezionalmente aperto per noi, del tutto originale nella commistione degli stili architettonici che la caratterizza: il neoclassico puro opera di Giuseppe Piermarini negli esterni, l'esuberante decorativismo eclettico per gli ambienti interni. Un’enfilade di stanze che spaziano dalle geometrie neoclassiche al gothic revival per approdare all’esuberante barocco.
per saperne di più...
Visita alla monumentale Villa Antona Traversi di Meda, già monastero femminile di San Vittore, progettata dagli architetti Leopoldo Pollack e Pelagio Palagi nei primi decenni del secolo XIX. Il percorso toccherà il chiostro dell'edificio, le principali sale della villa, ristrutturate all'inizio del secolo XIX, l'archivio storico dell'edificio e comprenderà anche la chiesa di San Vittore, capolavoro dell'arte cinquecentesca.
per saperne di più...
Il piano nobile di Palazzo Bagatti Valsecchi, ristrutturato negli anni ottanta del XIX secolo in stile neorinascimentale, accoglie la fastosa dimora dei fratelli Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi; qui i due nobili milanesi allestirono le opere d’arte appositamente raccolte, disponendole in sontuosi ambienti domestici ispirati al gusto del Rinascimento lombardo. Si saldavano così in un insieme di grande suggestione la ricca collezione di dipinti e manufatti quattro-cinquecenteschi e le sale destinate a contenerli.
per saperne di più...
La Casa Museo Boschi Di Stefano nasce dalla munificenza di Antonio Boschi e Marieda Di Stefano che nel 1973 donarono la loro collezione di arte contemporanea con la clausola che il Comune di Milano aprisse un museo nell’appartamento di famiglia. La collezione spazia dal futurismo agli anni cinquanta con opere di Soffici, Boccioni, Sironi, Severini e Dottori, del “Novecento italiano”, di Mario Sironi, cui è dedicata una stanza monografica, di Morandi, De Pisis, “Corrente” e del chiarismo lombardo.
per saperne di più...
La Casa Museo Poldi Pezzoli è uno dei primi e più riusciti esempi di istorismo in Europa: ogni ambiente si ispira ad uno specifico stile del passato e ospita un’eccezionale scelta di manufatti artistici antichi. Preziose raccolte di dipinti dal Trecento all’Ottocento, sculture, armi, vetri, orologi, porcellane, tappeti e arazzi, mobili ed oreficerie, si fondono in uno straordinario insieme, donato ad “uso e beneficio pubblico”.
per saperne di più...
Costruita tra il 1932 e il 1935 dall’architetto milanese Piero Portaluppi, Villa Necchi Campiglio è giunta a noi perfettamente intatta, sia nell’ampio giardino esterno - corredato da tennis e piscina -, sia nella ricca infilata di sale interne. Architettura, arti decorative, arredi e collezioni restituiscono, nel loro armonioso insieme, l’elevato standard di vita dei proprietari, esponenti dell’alta borghesia industriale lombarda. Due importanti donazioni arricchiscono inoltre la visita: la raccolta di opere d’arte del primo novecento di Claudia Gian Ferrari e la raccolta di dipinti e arti decorative del XVIII secolo di Alighiero De’ Micheli.
per saperne di più...
A pochi passi dalla Chiesa di Santa Maria delle Grazie e dal Cenacolo, nel cuore della città, si apre al pubblico uno dei luoghi più significativi ma nel contempo sconosciuti di Milano, la Casa degli Atellani, storica dimora rinascimentale nel cui meraviglioso giardino sono nascoste le vigne di Leonardo.
per saperne di più...
Il castello che sorge nel centro storico di Bellusco ci invita a ripercorrere la sua densa storia: fondato alla metà del Quattrocento da una nobile famiglia legata ai duchi Sforza, passa nel Cinquecento al nobile casato dei Carcano, per essere trasformato, ad inizi Novecento, in una casa a corte. Dopo un recente intervento di restauro, possiamo tornare ad apprezzarne le porzioni originali: il rivellino d’ingresso e le sale affrescate della Fama e dell’Abbondanza.
per saperne di più...
La reggia, che aveva come modello il palazzo viennese di Schönbrunn, fu edificata tra il 1777 e il 1780 su progetto dell’architetto di corte Giuseppe Piermarini. Dopo la stagione asburgica e la breve parentesi napoleonica, la Villa raggiunse il suo massimo splendore negli anni dei Savoia, essendo la dimora estiva prediletta del re Umberto I e della sua corte.
per saperne di più...
Art-u Associazione Culturale

via del Borgo 12, 20882 Bellusco (MB)
C.F. 94053710151 P.I. 08182460967
T. + 39 331 70 63 429
info@artuassociazione.org